' /> Ronchi - Bait de Colvere - La Rezila
Ronchi - Bait de Colvere - La Rezila

Ronchi - Bait de Colvere - La Rezila

Foto da: C.C. Azienda per il Turismo della Val di Fassa

Il percorso collega la località di Ronchi (I Ronc) alla valle di San Pellegrino e all'Alpe Lusia. Camminerai su strade forestali, attraverso fitti boschi di conifere che ricoprono le pendici settentrionali delle cime Lasté e Lusia, superando le vallette formate dai rivi di Ciadinon, Soic e de Poza.

Partendo alle spalle della cabinovia Lusia, prosegui per circa 700 metri su comoda strada asfaltata, caratterizzata da brevi ma ripide salite fino a raggiungere le baite e i prati di Ronchi (I Ronc). Attraversa la strada provinciale del Passo San Pellegrino per arrivare allo spiazzo sulla sinistra dopo il ponte. Continua dritto sulla strada forestale ("Le Tenebre") che corre parallela al torrente Rif de Sèn Pelegrin. Il percorso presenta lunghi tratti pianeggianti o in leggera salita interrotti, ad intervalli regolari, da tre rampe piuttosto ripide che non superano però i 200/250 metri di lunghezza. La tempesta Vaia del 2018 ha spazzato una larga porzione di bosco rendendo il tragitto più aperto e soleggiato. Giunto ad un bivio, lascia la strada che prosegue verso Fango per imboccare quella che sale a destra (segnavia n. 625) in direzione di Colvere. Con ampi tornanti ti alzerai di quota. Ignora le indicazioni sulla sinistra per la Sforcela de Lujia (sentiero n. 634) ed il Gronton (sentiero n. 634/A). La strada aggira la Costa de le Soic per poi uscire dal bosco e abbassarsi in prossimità dei pascoli di Colvere e della bella baita in legno (ex Malga Colvere) di proprietà del Comune (chiusa). Con comodi tornanti ridiscendi il versante della montagna, alla base della valletta percorsa dal Rif de Poza. Attraversa il ruscello per poi costeggiare una distesa prativa delimitata da uno steccato. Al bivio, mantieni la destra (la strada forestale a sinistra conduce al Passo Lusia), intravedendo fin da subito il Rifugio La Rezila (chiuso in inverno). 

L'escursione ripercorre molti luoghi della Grande Guerra, a partire dal ponte sul Rif de Sèn Pelegrin, detto "Pont de la mericana", da dove partiva la teleferica "Americana" verso la Forcella di Lusia o del Caserin (Gronton-Laghi di Lusia). Postazioni, tunnel e trincee sono ancora ben visibili nella località di Colvere (visitabili solo in estate).

  • signal_cellular_alt Difficoltà Media
  • straighten lunghezza 14.93 Km
  • schedule durata 6:05 h
  • arrow_drop_up dislivello 690 m
  • arrow_drop_down discesa 690 m
  • skip_next punto più alto 1918 m
  • skip_next punto più in basso 1382 m

Periodo consigliato:

gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic

Informazioni slla sicurezza:

1. Pianifica preventivamente l’escursione in base alle tue capacità, al meteo, alle caratteristiche e condizioni dell’itinerario e al rischio valanghe.

2. Scegli sempre di effettuare escursioni in compagnia. Possibilmente, affidati ai professionisti della montagna.

3. Assicurati di avere con voi abbigliamento e attrezzatura adeguati (scarponcini, ramponcini e bastoni).

4. Comunica a qualcuno itinerario, orario di ritorno ed eventuali varianti.

5. Vai piano, godeti il panorama ed il silenzio.

6. Se sei incerto sulla direzione, torna indietro.

7. Non calpestare le piste da fondo e da discesa.

8. Rispetta l’ambiente che ti circonda, riportando a valle i tuoi rifiuti.

9. Porta anche il tuo amico animale, ma solo al guinzaglio.

10. Aiuta chi è in difficoltà. In caso di reale necessità e per emergenze chiama il 112.

Partenza

Ronchi (stazione a valle cabinovia Alpe Lusia)

Coordinate

DD 46.368436 , 11.688045 DMS46° 22' 6.3696'' N 11° 41' 16.9620'' E

Arrivo

Rifugio La Rezila

Transito trasporto pubblico

Linee trasporto pubblico Trentino Trasporti - Val di Fassa:

  • linea n. 101 Canazei - Cavalese - Trento
  • linea n. 104 Cavalese - Ora - Trento
  • linea n. 123 Moena - Passo San Pellegrino - Falcade

Linee trasporto pubblico SAD - Val di Fassa:

  •  linea n. 180 Pozza di Fassa - Vigo di Fassa - Passo Carezza - Bolzano

- Fermata bus (Trentino Trasporti) più vicina: Moena > Ronchi/Impianti Lusia

- Fermata skibus più vicina: Moena > Ronchi/Impianti Lusia

Come arrivare

Porte d'accesso principali alla valle provenendo dall'A22, autostrada Modena-Brennero:

  • uscita Ora/Egna, S.S. 48 delle Dolomiti - Passo San Lugano - Val di Fiemme - Val di Fassa (distanza km 45). Dalla circonvallazione di Moena (zona artigianale) verso Canazei
  • uscita Bolzano Nord, S.S. 241 Grande Strada delle Dolomiti - Passo Carezza - Vigo di Fassa (distanza km 40). Da Vigo verso nord in direzione Canazei, verso sud in direzione Soraga di Fassa e Moena

Altri accessi alla Val di Fassa:

  • dall'autostrada A27 (Venezia), uscita Belluno/Ponte nelle Alpi, S.S. 203 per Agordo e S.P. 346 del Passo San Pellegrino - Moena (Val di Fassa). Dalla circonvallazione di Moena verso Canazei
  • dall'autostrada A27 (Venezia), uscita Belluno/Ponte nelle Alpi, S.S. 203 per Agordo/Alleghe/Rocca Pietore. S.P. 641 del Passo Fedaia - Canazei
  • provenendo da Arabba, S.S. 48 del Passo Pordoi - Canazei
  • dalla Val Gardena, S.S. 242 Passo Sella - Canazei

Parcheggio

Parcheggi: 

  • alla stazione a valle della cabinovia Ronchi;
  • provenendo da Moena, dopo circa 1 km dagli impianti Lusia, alla partenza della strada forestale "Le Tenebre" (poco prima del ponte sul Rif de Sèn Pelegrin);
  • risalendo la strada provinciale del Passo San Pellegrino, dopo circa 3 km dagli impianti Lusia, spazi limitati a lato della strada. Imboccare quindi la strada forestale sulla destra (segnavia n. 625) che sale a Colvere.

Direzione da seguire

Rientro lungo lo stesso percorso. Dal Rifugio La Rezila non è possibile proseguire verso valle, poiché è vietato attraversare la pista da sci. Non ci sono punti di ristoro lungo l'itinerario.

Attenzione a sciatori (scialpinismo). 

Attrezzatura

Provvedi ad un abbigliamento ed equipaggiamento (scarponcini, ramponcini e bastoni) consono all’impegno e alla lunghezza dell’escursione. Porta nello zaino l’occorrente per eventuali situazioni di emergenza, assieme ad una minima dotazione di pronto soccorso.

I tracciati segnalati vengono battuti principalmente dal passaggio di persone a piedi. Non è previsto un servizio di manutenzione e battitura meccanica, giornaliera o periodica, e non è presente sul tracciato alcuna specifica segnalazione dell’itinerario. Anche ove previsto, la battitura di alcuni tracciati con la motoslitta non avviene giornalmente, ma solo periodicamente e successivamente a nevicate, e non esclude comunque l’eventuale presenza di tratti ghiacciati e scivolosi, localizzati soprattutto nelle zone in ombra. Si consiglia di prestare sempre la massima attenzione al tipo di fondo e di essere sempre adeguatamente equipaggiati.

-

[Non è prevista una guida per questo percorso.]

Offerte nelle Vicinanze
arrow_upward