Edit Template

Brenta Trek - Tappa 2 - RIf. Brentei – RIf. XII Apostoli


image from OA
mappa elevation Profile
lunghezza 5.8 km
durata 2.8333333333333 : 50 h
dislivello
salita 814 m
discesa 502 m
punto più alto 2762 m.s.l.m
punto più in basso 2070 m.s.l.m

Come arrivare

Partenza


Coordinate :
latitudine : 46.175101
longitudine : 10.876341

Arrivo

Direzione da seguire

Dal Rifugio Brentei si prosegue sul Sentiero Alpinistico “Daniele Martinazzi” SAT 327 (EEA – MD) che attraversa il fondo della Val Brenta passando ai piedi della parete ghiacciata del Canalone Neri che salda assieme la Cima Tosa al Crozzon di Brenta e risale sul versante opposto fino a portarsi proprio sotto lo spigolo Nord del Crozzon di Brenta. Da qui si avanza costeggiando la parete Ovest del Crozzon e si raggiunge su rocce attrezzate e neve la Bocca dei Camosci (m. 2784) attraversando la Vedretta omonima. Tempo di Percorrenza Rifugio Brentei – Bocca dei Camosci ore 2.45.

Dalla Bocca dei Camosci si scende al Rifugio XII Apostoli (m. 2487) in circa 45 minuti percorrendo su ghiaioni il Sentiero Alpinistico Attrezzato dell’Ideale SAT 304 (EEA – MD).

Il Rifugio XII Apostoli (m. 2489) è situato nella parte meridionale del Gruppo di Brenta su di un balcone naturale di roccia calcarea da dove domina la Val di Nardis. La forma a cubo della struttura è quella originale, successivamente ampliata e ristrutturata per renderla più agevole.

Il luogo dove è stato costruito negli anni 1907-’08 è estremamente felice. In basso si scorge la Val Rendena e subito al di là le cime innevate del Carè Alto e della Presanella. Incastonate tra le cime circostanti si trovano alcune delle maggiori vedrette del Gruppo che hanno i nomi delle cime che le sovrastano: Ágola, Pratofiorito, Dodici Apostoli. La chiesetta scavata nella roccia poco distante dal rifugio, è stata costruita in seguito all’incidente che coinvolse tre giovani escursionisti sulla vicina Vedretta dei Camosci, nel 1950. Inaugurata e benedetta il 28 settembre 1952, è dedicata alla Madonna Ausiliatrice. Tutti gli anni, l’ultima domenica di luglio, viene celebrata una S. Messa dedicata a tutti i caduti della montagna, alla quale partecipano centinaia di alpinisti ed il Coro della S.O.S.A.T.

Parcheggio

Informazioni slla sivurezza

1) Preparate il vostro itinerario

2) Scegliete un percorso adatto alla vostra preparazione

3) Scegliete equipaggiamento e attrezzatura idonei

4) Consultate I bollettini nivometereologici

5) Partire da soli è più rischioso

6) Lasciate informazioni sul vostro itinerario e sull’orario approssimativo di rientro

7) Non esitate ad affidarvi ad un professionista

8) Fate attenzione alle indicazioni e alla segnaletica che trovate sul percorso

9) Non esitate a tornare sui vostri passi

10) In caso di incidente date l’allarme chiamando il numero breve 112

 

Come immaginerai, la percorribilità degli itinerari in un ambiente montano è strettamente legata alle condizioni contingenti e dipende quindi da fenomeni naturali, cambiamenti ambientali e condizioni meteo. Per questo motivo, le informazioni contenute in questa scheda potrebbero aver subito variazioni. Prima di partire, informati sullo stato del percorso contattando il gestore dei rifugi sul tuo percorso, le guide alpine, i centri visitatori dei parchi naturali e gli uffici turistici.

Attrezzatura


Iscriviti alla nostra newsletter

    Dolomiti Walking Hotels

    Dolomiti Walking Hotels

    Via De Gasperi 77, 38123 Trento

    presso Associazione Albergatori ed Imprese della Provincia di Trento

    Entra nel gruppo

    Gli Hotel

    Leggi il blog

     

     

    Dolomiti Walking Hotel – Tutti i diritti riservati | P.IVA 02071540229 | Email: info@dolomitiwalkinghotel.it

    © 2024Created with Loved