fbpx Dolomiti Palaronda Ferrata Quick Tour Nord - tappa 2
Dolomiti Palaronda Ferrata Quick Tour Nord - tappa 2

Dolomiti Palaronda Ferrata Quick Tour Nord - tappa 2

Foto da: ApT San Martino

Le proposte Palaronda Ferrata Quick Tour sono pensate per gli amanti delle Vie Ferrate, che hanno a disposizione però soltanto pochi giorni.

La proposta Quick Tour Nord si sviluppa sul versante settentrionale del massiccio delle Pale di San Martino e comprende la Ferrata delle Farangole e la Bolver Lugli al Cimon della Pala, recentemente rinnovata. I pernottamenti avvengono al Rifugio Mulaz e al Rifugio Rosetta, con partenza e arrivo da Passo Rolle.

  • signal_cellular_alt Difficoltà Media
  • straighten lunghezza 6.80 Km
  • schedule durata 5:00 h
  • arrow_drop_up dislivello 791 m
  • arrow_drop_down discesa 775 m
  • skip_next punto più alto 2865 m
  • skip_next punto più in basso 2155 m

Periodo consigliato:

gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic

Informazioni slla sicurezza:

1) preparate il vostro itinerario
2) scegliete un percorso adatto alla vostra preparazione
3) scegliete equipaggiamento e attrezzatura idonei
4) Consultate I bollettini nivometereologici
5) partire da soli è più rischioso
6) lasciate informazioni sul vostro itinerario e sull’orario approssimativo di rientro
7) non esitate ad affidarvi ad un professionista
8) fate attenzione alle indicazioni e alla segnaletica che trovate sul percorso
9) non esitate a tornare sui vostri passi
10) in caso di incidente date l’allarme chiamando il numero breve 112

Partenza

Rifugio Mulaz

Coordinate

DD 46.311342 , 11.838264 DMS46° 18' 40.8312'' N 11° 50' 17.7504'' E

Arrivo

Rifugio Rosetta

Transito trasporto pubblico

www.ttesercizio.it

 

Direzione da seguire

Dal Rifugio Mulaz (2.571 m. s.l.m.) si sale in direzione sud verso la Forcella Margherita (2.655 m. s.l.m.) lungo il sentiero 703, ai piedi della Cima del Focobon. Dopo circa una mezz’ora, si imbocca la Ferrata che porta al Passo delle Farangole (2.814 m. s.l.m.) per scendere poi lungo la Val Grande in direzione Val delle Comelle, sul percorso dell’Alta Via delle Dolomiti n. 2 fino a quota 2.290 m. s.l.m. Si costeggia quindi il versante settentrionale della Val delle Comelle in leggera salita, per raggiungere il Pian dei Cantoni (2.313 m. s.l.m.) e risalire poi al Rifugio Rosetta (2.581 m. s.l.m.).

Possibile variante: dalla Val Grande, prima di scendere verso l’orrido delle Comelle, si imbocca il sentiero 716 in direzione Bivacco Brunner (2.667 m s.l.m.) e risalire poi verso la Cima della Vezzana (3.192 m. s.l.m., la più alta del gruppo delle Pale di San Martino) per la Ferrata Gabitta d’Ignoti. Dalla Cima Vezzana, si scende poi in direzione Passo Travignolo e successivamente per la Val dei Cantoni lungo il sentiero 716, per risalire al Passo Bettega (2.660 m. s.l.m.) e raggiungere quindi l’altopiano delle Pale di San Martino e il Rifugio Rosetta (2.581 m. s.l.m.).

Attrezzatura

Scarponi da montagna o buone scarpe da Trekking, possibilmente in Gore-Tex
Zaino da montagna, comodo e robusto
Giacca antivento ed eventuali pantavento leggeri
Magliette, biancheria e calzini di ricambio
Pantaloni lunghi da Trekking, comodi per camminare
Pile o maglione pesante
Berretto, cappellino con visiera e guanti in pile
Asciugamano e sacco lenzuolo
Piccolo Kit di pronto soccorso, cerotti per vesciche
Borraccia o Thermos
Coltellino e pila frontale
Materiale informativo e cartina della zona
Bastoncini telescopici, per chi li trova comodi
Crema solare e macchina fotografica
Kit da ferrata (moschettoni, cordini, dissipatore)
Casco leggero da ferrata o alpinismo
Imbrago
Guanti da ferrata

-

[Non è prevista una guida per questo percorso.]

Offerte nelle Vicinanze
arrow_upward