' /> 2360 - I 60 km della Vigolana
2360 - I 60 km della Vigolana

2360 - I 60 km della Vigolana

Foto da: Consorzio turistico Vigolana

Un suggestivo itinerario per la pratica del mountain biking che collega i principali ambiti paesaggistici storici e ambientali dell'Altopiano della Vigolana e della Valle di Centa

Un circuito escursionistico per la pratica del mountain biking  che collega i principali ambiti paesaggistici, storici e ambientali dell’Altopiano della Vigolana. L’Altopiano, racchiuso su due lati dai monti della Vigolana e della Marzola, si presenta come un’ampia e dolce vallata con un paesaggio tipicamente rurale, dominato in basso dalle coltivazioni fruttifere e dai prati e lungo i pendii da maestosi boschi di conifere, faggi e castagni. Il circuito, ad anello, si sviluppa in maggior parte su strade sterrate ed è la somma di una serie di percorsi più brevi, che possono essere percorsi anche  a piedi, che partono dai centri abitati e si riconoscono da una segnaletica bianca e rossa riportante il logo Vigolana e il numero identificativo del percorso, il numero 1. 

 

  • signal_cellular_alt Difficoltà Difficile
  • straighten lunghezza 60.43 Km
  • schedule durata 10:20 h
  • arrow_drop_up dislivello 1916 m
  • arrow_drop_down discesa 1916 m
  • skip_next punto più alto 1176 m
  • skip_next punto più in basso 488 m

Periodo consigliato:

gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic

Informazioni slla sicurezza:

Si raccomanda la massima attenzione alle indicazioni, variazioni di percorso e/o aree pericolose, riportate nei cartelli posti sul terreno dopo i danni subiti dai boschi in seguito alla tempesta Vaia del 2018 !

INDOSSATE SEMPRE IL CASCO  e  seguite le regole riconosciute in tutto il mondo per un biking "sostenibile  come i suggerimenti forniti dai codici di comportamento  N.O.R.B.A. (National Off Road Bicycle Association) e I.M.B.A. (International Mountain Bicycling Association)

Pianificate la vostra uscita

Condividete i sentieri con gli altri fruitori

Date sempre la precedenza agli escursionisti a piedi

Controllate la velocità in base alla vostra esperienza

Percorrete lentamente i sentieri affollati, sorpassate con cortesia e rispetto

Non abbandonate mai i percorsi segnalati, non percorrere sentieri chiusi

Evitate i sentieri in caso di fango per non danneggiarli ulteriormente

Rispettate la natura, il sentiero, le piante e gli animali

Non spaventate gli animali

Non abbandonate i rifiuti

Rispettate la proprietà pubblica e privata

Siate sempre autosufficienti

Non viaggiate soli in zone isolate

Lasciate impronte leggere e limitatevi a scattare foto come ricordo dell’uscita

Tenete inoltre conto che:

le informazioni contenute in questo scheda sono soggette ad immancabili variazioni, nessuna indicazione ha quindi valore assoluto. Non è possibile evitare del tutto inesattezze o imprecisioni, in considerazione della rapidità dei cambiamenti ambientali o meteorologici che possono verificarsi. In questo senso decliniamo ogni responsabilità per eventuali cambiamenti subiti dall’utente. Si consiglia, comunque, di accertarsi, prima di effettuare un’escursione, sullo stato dei luoghi e sulle condizioni ambientali o meteorologiche.

Come immaginerete, la percorribilità degli itinerari in un ambiente montano è strettamente legata alle condizioni contingenti e dipende quindi da fenomeni naturali, cambiamenti ambientali e condizioni meteo. Per questo motivo, le informazioni contenute in questa scheda potrebbero aver subito variazioni. Prima di partire, informati sullo stato del percorso contattando il gestore dei rifugi sul tuo percorso, le guide alpine, i centri visitatori dei parchi naturali e gli uffici turistici.

Partenza

Vattaro parcheggio Via delle Ballarine

Coordinate

DD 45.992591 , 11.222767 DMS45° 59' 33.3276'' N 11° 13' 21.9612'' E

Arrivo

Vattaro parcheggio Via delle Ballarine

Transito trasporto pubblico

Pullman da Trento fino a Vattaro

Linea 303- Trentino Trasporti

Come arrivare

Da Trento seguendo la S.S. 349 con direzione Vicenza fino a Vattaro (17,6 km da Trento)

Dalla Valsugana sulla SP1 da Calceranica verso Bosentino poi sulla S.S. 349 fino Vattaro (6,1 km da Calceranica)

Parcheggio

Vattaro parcheggio Via delle Ballarine

Direzione da seguire

Lasciato il parchegggio si percorre Via delle Ballarine con direzione Calceranica fino a raggiungere la Cappella della Annunziata di Vattaro in corrispondenza della quale si gira a destra per imboccare Via San Martino. Raggiunta la chiesa di San Martino si segue la strada asflaltata per circa 500 m fino al cartello che indica il bivio per il sentiero che conduce con un tratto in discesa al ponte  sul Torrente Mandola. Superato il ponte si percorre un  tratto di circa 100 m in salita sulla strada asfaltata per poi imboccare sulla destra un sentiero e poi proseguire su  una strada sterrata  che sempre in salita conduce all'intersezione con la strada provinciale del Lago di Caldonazzo (SP 1). Percorsi circa cento metri della provinciale  in discesa verso Calceranica si incontra sulla sinistra una stradina che  conduce ad alcune abitazioni, superate le quali si gira a sinistra  salendo fino all'incrocio con Via alle Foreste dove si girerà destra in direzione di del paese di Santa Caterina che si raggiunge dopo circa 2,5 km, prima su strada asflaltata e poi su sterrato. Raggiunta la piazza con parcheggio di Santa Caterina si gira a sinistra imboccando la strada asflaltata (Via Castagnè) che conduce a Bosentino e giunti al primo incrocio si incontrerà il segnavia 33 del percorso "I Piani di Bosentino". L'itinerario prosegue lungo il percorso 33 con direzione Piani di Bosentino raggiungendo in successione Maso Tofoi a Bosentino, il Parco agricolo delle Fratte e di lì con una strada che sale a tornanti fino ai Piani di Bosentino posti a 1050 metri di quota e a 7,0 km da Santa Caterina. Al bivio dei Piani di Bosentino si prosegue prendendo a destra sulla strada sterrata, indicata dal cartello segnavia della 60 km della Vigolana, che dopo  un breve contropendenza ci conduce con una salita regolare di 2,7 km fino alla quota di 1170 m in località Terra Rossa (14.7 km dalla partenza). Dalla località Terra Rossa si inizia una bella discesa su una strada sterrata che ci condurrà, dopo circa 9 km, a Maso Pegoretti dove inizia la strada asfaltata che porta al centro abitato di Vigolo Vattaro, tuttavia l'itinerario della 60 km della Vigolana prosegue in  direzione opposta  e giunti al primo bivio si effettua un cambio direzione verso Valsorda. Seguendo le indicazioni del cartello segnavia si prosegue con un breve tratto di strada asflalta per poi proseguire con uno sterrato che, dopo un largo giro sul versante, ci condurrà all'intersezione con la strada provinciale SS 349 della Fricca. Percorsi circa 200 m della provinciale con direzione Trento si prosegue sulla sinistra lungo una strada sterrata che scende verso il Rio Valsorda e poi attraverso le campagne coltivate salendo verso Maso Zugolini. Superato il  Maso si procede sempre in leggera salita fino all'attacco della ripida salita che con due tornanti raggiunge il sito dell'ex forte Fornas. La strada prosegue salendo di quota, con andamento irregolare e un breve tratto in discesa,  fino al Capitel del Verzer (6,2 km da Maso Zugolini), per continuare per altri 1, 5 km con una salita più regolare fino all'attraversamento del canalone della "Lavinella Grande" a 1135 m di quota . Successivamente si prosegue per 1,3 km in  leggera discesa fino al panoramico sito di Malga Doss del Bue posta 1030 m s.l.m. e a circa 36 km dalla partenza. Seguendo le indicazioni dei cartelli segnavia della 60 km  procediamo su strada sterrata in leggera salita verso il Rifugio Paludei. L'itinerario prosegue su strada asfaltata verso la frazione di Frisanchi, dove superate le prime case, si imbocca la strada asfaltata sulla destra che continua poi con fondo sterrato in leggera salita fino alla loc. Prà Piani. Segue poi un tratto in discesa che, seguendo le indicazioni per Maso Menegoi dei segnavia dei 60 km della Vigolana,  ci condurrà prima all'intersezione  con la SS 249 della Fricca e poi a Maso Menegoi; di lì, sempre seguendo le indicazioni si continua su un tratto in salita fino a giungere in prossimità del Ristorante Sindech (3,2 km da Frisanchi). La bella radura prativa e molto panoramica del Poster si raggiunge poco dopo il Sindech percorrendo un tratto in discesa di circa 1,3 km. Successivamente l'tinerario prosegue attraversando in sequenza i nuclei abitati di Maso Maccani, Maso Stauderi e Centa Nicolò (47,2 km dalla partenza). Superato l'abitato di Centa San Nicolò si oltrepassa Maso Martinelli e si imbocca, sulla destra, la sterrata che dopo circa 2 km arriva a Campregheri. Sempre seguendo le indicazioni del segnavia dopo circa 2,8 km da Campregheri raggiungeremo la Cappella della Annunziata di Vattaro e girando a sinistra poco la Cappella  per Via delle Ballarine arriveremo, dopo circa 400 m, al parcheggio completando con soddisfazione i "60 km della Vigolana".

 

 

Attrezzatura

Mtb con gomme da sterrato

Casco

Occhiali

Kit di riparazione

Kit di pronto soccorso

Borraccia

Snack

Cartina e/o GPS cartografico

Giacchetta antivento per la discesa

-

[Non è prevista una guida per questo percorso.]

Offerte nelle Vicinanze
arrow_upward