Fango.

' /> Moena - Alpe Lusia - Trincee di Colvere e Fango
Moena - Alpe Lusia - Trincee di Colvere e Fango

Moena - Alpe Lusia - Trincee di Colvere e Fango

Foto da:

Facile passeggiata d'interesse storico sulle tracce della Grande Guerra. Partendo da Valbona, si segue il sentiero n. 625 fino al Rifugio La Rezila, per poi proseguire in direzione Colvere > Fango.

Dalla località Ronchi (I Ronc) si sale col primo tronco della cabinovia del Lusia (Valbona), per raggiungere, con una breve passeggiata il Rifugio La Rezila. A ridosso del rifugio si supera una breve salita, costeggiando una distesa prativa delimitata da uno steccato. Si raggiunge quindi un bivio. Mentre la strada forestale a destra conduce al Passo Lusia, si prosegue dritti sul sentiero n. 625, attraversando il ruscello che scende dal passo. Con comodi tornanti si risale l’altro versante affacciandosi sui pascoli di Colvere. Si continua poi su un’agevole strada forestale per un lungo tratto. In discesa, si giunge ad un bivio indicante a destra il sentiero n. 634 per la Sforcela de Lujia ed il Gronton (sentiero n. 634/A) e si prosegue dritto. Poco oltre il tornante, si lascia la strada per andare a destra ad attraversare il fondo del vallone e il versante opposto. Zigzagando fra i massi che sporgono dal terreno si discende obliquamente attraverso uno spazio aperto e si prosegue mantenendosi a destra. Lungo un pendio scosceso, da affrontare con attenzione (il sentiero si riduce fino a divenire un’esile traccia) si entra sul limite inferiore del Ciadinon e si giunge ad un quadrivio. A destra si sale ancora al Gronton ed alla Sforcela de Lujia, a sinistra scende ripido un sentiero verso la Val San Pellegrino. Si va dritto e, poco più avanti, si attraversa il ruscello Rif de Ciadinon. Si prosegue, dapprima in moderata discesa e poi in piano, fra abeti giganteschi e piccole radure. Si scendono alcuni gradini di pietra andando a destra, in leggera salita, verso una macchia di abeti oltre la quale si apre una radura recentemente disboscata. Si raggiunge l’altro lato perdendo lentamente quota, attraverso declivi boschivi di abeti, larici e numerosi esemplari di sorbo e attraverso canaloni quasi verticali. Si entra quindi in un folto bosco. Si percorre una fitta serpentina che si snoda lungo trincee, muri a secco e resti di fortificazioni che costituivano la linea di difesa austriaca durante la Prima Guerra Mondiale, fino a giungere ad uno spazio aperto; ci si dirige in basso sino ad incrociare la strada forestale "Le Tenebre" che rientra a Ronchi.

  • signal_cellular_alt Difficoltà Facile
  • straighten lunghezza 10.21 Km
  • schedule durata 3:50 h
  • arrow_drop_up dislivello 182 m
  • arrow_drop_down discesa 611 m
  • skip_next punto più alto 1922 m
  • skip_next punto più in basso 1367 m

Periodo consigliato:

gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic

Informazioni slla sicurezza:

  • Pianificate la gita in base alle vostre capacità ed al meteo
  • Andate piano, godetevi il panorama ed il silenzio
  • Comunicate a qualcuno itinerario, orario di ritorno ed eventuali modifiche
  • Affidatevi ai professionisti della montagna
  • Aiutate chi è in difficoltà. Chiamate il 112 solo in caso di vero bisogno
  • Assicuratevi di avere con voi abbigliamento e attrezzatura adeguata + acqua e snack
  • Rispettate l’ambiente che vi circonda e chi ci vive portando a valle i rifiuti
  • Seguite i sentieri segnati evitando quelli del bikepark
  • Per tutelare le meraviglie della natura lasciate ogni elemento al suo posto
  • Fatevi accompagnare dal vostro amico animale, ma solo al guinzaglio

Partenza

Valbona (Alpe Lusia - Moena)

Coordinate

DD 46.36812 , 11.687737 DMS46° 22' 5.2320'' N 11° 41' 15.8532'' E

Arrivo

Ronchi (Alpe Lusia - Moena)

Transito trasporto pubblico

Linee trasporto pubblico Trentino Trasporti - Val di Fassa:

  • linea n. 101 Canazei - Cavalese - Trento
  • linea n. 104 Cavalese - Ora - Trento
  • linea n. 123 Moena - Passo San Pellegrino - Falcade

Linee trasporto pubblico SAD - Val di Fassa:

  • linea n. 180 Pozza di Fassa - Vigo di Fassa - Passo Carezza - Bolzano
  • linea n. 471 Passi Dolomitici (Passo Sella, Passo Gardena, Passo Campolongo, Passo Pordoi, Passo Fedaia). Servizio attivo solo in estate

Come arrivare

Porte d'accesso principali alla valle provenendo dall'A22, autostrada Modena-Brennero:

  • uscita Ora/Egna, S.S. 48 delle Dolomiti - Passo San Lugano - Val di Fiemme - Val di Fassa (distanza km 45). Dalla circonvallazione di Moena (zona artigianale) verso Canazei
  • uscita Bolzano Nord, S.S. 241 Grande Strada delle Dolomiti - Passo Carezza - Vigo di Fassa (distanza km 40). Da Vigo verso nord in direzione Canazei, verso sud in direzione Soraga di Fassa e Moena

Altri accessi alla Val di Fassa:

  • dall'autostrada A27 (Venezia), uscita Belluno/Ponte nelle Alpi, S.S. 203 per Agordo e S.P. 346 del Passo San Pellegrino - Moena (Val di Fassa). Dalla circonvallazione di Moena verso Canazei
  • dall'autostrada A27 (Venezia), uscita Belluno/Ponte nelle Alpi, S.S. 203 per Agordo/Alleghe/Rocca Pietore. S.P. 641 del Passo Fedaia - Canazei
  • provenendo da Arabba, S.S. 48 del Passo Pordoi - Canazei
  • dalla Val Gardena, S.S. 242 Passo Sella - Canazei

Parcheggio

Parcheggio gratuito presso la stazione a valle della cabinovia.

Direzione da seguire

L’itinerario parte dalla stazione intermedia della cabinovia Lusia (1.820 m). La località Valbona si raggiunge: 

  • con gli impianti di risalita (da Moena in macchina o con i mezzi pubblici fino a Ronchi, circa 3,5 km. Comodo ed ampio parcheggio presso la stazione a valle degli impianti);
  • a piedi da Moena; da Piaz de Ramon si risale Strada de Longiarif per attraversare obliquamente la statale ed immettersi quindi sulla strada forestale che sale ripida fino al Rifugio La Rezila (1.30 da aggiungere al tempo complessivo);
  • a piedi lungo la facile passeggiata di 2 km che da Moena sale in direzione della frazione di Someda per poi proseguire fino a Ronchi, da dove prendere l’impianto per Valbona (1.15 ore da aggiungere al tempo complessivo).

Dalla località Fango (1.643 m) si rientra a Ronchi percorrendo la strada forestale che corre parallela al torrente. Giunti in prossimità del ponte sul rio San Pellegrino, lo si attraversa e si imbocca la strada asfaltata sulla sinistra che in circa 15 minuti riporta alla stazione a valle della cabinovia del Lusia.

Attrezzatura

Provvedi ad un abbigliamento ed equipaggiamento consono all’impegno e alla lunghezza dell’escursione e porta nello zaino l’occorrente per eventuali situazioni di emergenza, assieme ad una minima dotazione di pronto soccorso.

-

[Non è prevista una guida per questo percorso.]

Offerte nelle Vicinanze
arrow_upward