fbpx Sci alpinismo - Cima Hoabonti
Sci alpinismo - Cima Hoabonti

Sci alpinismo - Cima Hoabonti

Foto da: Alessio Conz

In assoluto la gita più frequentata del Lagorai meridionale, una escursione classica dove difficilmente si potrà trovare neve vergine.

La gita è decisamente appagante offrendo una bella sciata nella parte alta e comunque sempre interessante anche nella parte finale. Non è normalmente pericolosa per valanghe salvo grandi quantità di neve fresca nell’ultima parte; il rischio comunque minimizzabile con una attenta scelta del percorso.

  • signal_cellular_alt Difficoltà Facile
  • straighten lunghezza 9.41 Km
  • schedule durata 2:44 h
  • arrow_drop_up dislivello 882 m
  • arrow_drop_down discesa 882 m
  • skip_next punto più alto 2312 m
  • skip_next punto più in basso 1430 m

Periodo consigliato:

gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic

Informazioni slla sicurezza:

La stabilità del manto nevoso è soggetta a cambiamenti repentini e imprevedibili.

Consultate sempre il bollettino valanghe (www.meteotrentino.it) e informatevi molto bene a riguardo delle condizioni del momentopresso gli uffici delle Guide Alpine di zona.

Le tracce gpx sono puramente indicative del percorso mediamente più sensato, ma non possono essere seguite ciecamente senza una valutazione preliminare dei pendii in quel preciso momento.

Come immaginerai, la percorribilità degli itinerari in un ambiente montano è strettamente legata alle condizioni contingenti e dipende quindi da fenomeni naturali, cambiamenti ambientali e condizioni meteo. Per questo motivo, le informazioni contenute in questa scheda potrebbero aver subito variazioni. Prima di partire, informati sullo stato del percorso contattando il gestore dei rifugi sul tuo percorso, le guide alpine, i centri visitatori dei parchi naturali e gli uffici turistici.

Partenza

Le Pozze - 1430 m.

Coordinate

DD 46.068937 , 11.381586 DMS46° 4' 8.1732'' N 11° 22' 53.7096'' E

Arrivo

Le Pozze - 1430 m.

Come arrivare

Dalla Valsugana raggiungere Roncegno e proseguire in direzione di Torcegno, poco dopo il paese seguire a sinistra le indicazioni per Le Pozze. 

Parcheggio

parcheggio adiacente al Ristorante.

Direzione da seguire

Dal Ristorante Le Pozze (1430 m) tornare indietro un centinaio di metri lungo la strada dove parte una stradina in fianco a una baita (indicazioni Agritur Rincher), seguire la stradina fino a dove termina per diventare sentiero (a sinistra per Lago delle Prese e a destra per Rifugio Seòt). Al bivio andare a destra prendendo subito una valletta che si risale fino a incrociare una stradina asfaltata, attraversare la strada e riprendere a salire su aperti pendii raggiungendo un gruppo di baite sulla destra.

Superare il gruppo di baite e proseguire raggiungendo una baita isolata e poi ancora nel fondo della valletta puntando ad una ampia sella. Prima di raggiungere la sella deviare a sinistra prendendo la traccia di una stradina e seguirla (possibili tagli evidenti) arrivando agli ampi pendii superiori con bella vista sul resto del percorso.

Ora la vegetazione termina e si gode di uno splendido colpo d’occhio sulla Val d’Ilba e sui monti Hoabonti (a sinistra) e Cola (a destra); dalla fine della stradina proseguire in falsopiano addentrandosi nella valle fino alla evidente piccola baita a quota 1900 metri esatti.

Procedere direttamente sbucando sui pendii superiori, conviene tenersi un po’ sulla destra puntando alla ampia forcella fra il Monte Cola a destra e l’anticima dello Hoabonti a sinistra. Giunti alla base dei pendii sotto alla ampia sella risalire un po’ con un paio di zete e poi attraversare decisamente verso sinistra alzandosi costantemente fino ad una sella alla base della anticima dello Hoabonti.

Dalla ampia sella risalire un breve ma ripido pendio per poi attraversare a lungo in una valletta che conduce all’ultimo pendio sotto alla cima

Attrezzatura

Per tutte le escursioni di scialpinismo si raccomanda un abbigliamento adeguato anche in caso di repentini abbassamenti di temperatura e che non si bagni a contatto con la neve (capi di vestiario impermeabili tipo Gore-Tex).

Inoltre guanti, berretto, occhiali da sole e crema protettiva dovrebbero far parte della normale dotazione di ogni componente del gruppo.

Oltre alle pelli di foca, in caso di nevi dure o ghiacciate possono tornare utili i rampant.

È OBBLIGATORIO avere in dotazione il kit per l'autosoccorso in valanga, composto da Artva-Pala-Sonda

Il Casco o altri sistemi di protezione attiva (tipo zaini con sistemi ABS-Airbag) sono vivamente consigliati.

-

[Non è prevista una guida per questo percorso.]

Offerte nelle Vicinanze
arrow_upward