fbpx Trekking al Rifugio Alimonta
Trekking al Rifugio Alimonta

Trekking al Rifugio Alimonta

Foto da:

La Conca degli Sfulmini, in cui è adagiato il Rifugio Alimonta, è l’anfiteatro più bello delle Dolomiti di Brenta e uno degli scorci più suggestivi delle intere Dolomiti. Quindi per vivere una vera esperienza “dolomitica” non bisogna fare altro che raggiungere questo meraviglioso luogo, punto di passaggio della “via ferrata” più celebre delle Alpi, il “Sentiero delle Bocchette”.

  • signal_cellular_alt Difficoltà Difficile
  • straighten lunghezza 14.72 Km
  • schedule durata 7:30 h
  • arrow_drop_up dislivello 1113 m
  • arrow_drop_down discesa 1113 m
  • skip_next punto più alto 2591 m
  • skip_next punto più in basso 1511 m

Periodo consigliato:

gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic

Informazioni slla sicurezza:

1) Preparate il vostro itinerario

2) Scegliete un percorso adatto alla vostra preparazione

3) Scegliete equipaggiamento e attrezzatura idonei

4) Consultate I bollettini nivometereologici

5) Partire da soli è più rischioso

6) Lasciate informazioni sul vostro itinerario e sull’orario approssimativo di rientro

7) Non esitate ad affidarvi ad un professionista

8) Fate attenzione alle indicazioni e alla segnaletica che trovate sul percorso

9) Non esitate a tornare sui vostri passi

10) In caso di incidente date l’allarme chiamando il numero breve 112

Come immaginerai, la percorribilità degli itinerari in un ambiente montano è strettamente legata alle condizioni contingenti e dipende quindi da fenomeni naturali, cambiamenti ambientali e condizioni meteo. Per questo motivo, le informazioni contenute in questa scheda potrebbero aver subito variazioni. Prima di partire, informati sullo stato del percorso contattando il gestore dei rifugi sul tuo percorso, le guide alpine, i centri visitatori dei parchi naturali e gli uffici turistici.

Partenza

Madonna di Campiglio - Loc. Vallesinella

Coordinate

DD 46.205933 , 10.852163 DMS46° 12' 21.3588'' N 10° 51' 7.7868'' E

Arrivo

Rifugio Alimonta (2591m)

Come arrivare

Raggiungere Madonna di Campiglio attraverso la SS239 della Val Rendena (provenendo sia dalle Giudicarie che dalla Val di Sole) . Entrare in paese da sud (provenendo dalla Val Rendena, prima del Tunnel) e seguire le indicazioni a destra per Vallesinella. Alla rotonda ancora a dx sempre per Vallesinella. La strada è gestita dall’ente Parco Adamello-Brenta che disciplina l’accesso (accesso libero prima della 7.30).

Direzione da seguire

Il percorso prende le mosse dalla Loc. Vallesinella dove è ubicato un caratteristico e comodo rifugio. Si imbocca il sentiero 317 che supera un tratto nel bosco caratterizzato in parte da radici e scalini. Con circa 45 minuti di cammino si giunge al Rifugio Casinei (1825m).

Dopo la doverosa sosta si prosegue imboccando ora il segnavia 318 con indicazioni Rif Brentei. Il sentiero comincia ad alzarsi sopra la vegetazione e compie una diagonale che porta al bivio Valle del Fridolin (2043m). Si segue sempre il segnavia 318 con indicazioni “Rifugio Brentei – Rifugio Alimonta”. Si transita così sul “Sentiero Bogani” (sempre segnavia 318), che prosegue in leggera discesa e poi con alcuni saliscendi. In questo tratto il sentiero è in parte scavato nella roccia, con alcune passerelle e gallerie; molto caratteristico. Il percorso poi si inerpica di nuovo e, passando sotto le incredibili pareti ovest delle “Punte di Campiglio”, si giunge al panoramico spalto situato in dx orografica della Val Brenta Alta, dove è ubicato il Rifugio Maria e Alberto ai Brentei. Il rifugio è molto suggestivo e panoramico: lo scenario è da favola, dominato dall’immensa parete est del Crozzon di Brenta, e dall’imponente Cima Tosa, l’elevazione più importante del Gruppo di Brenta.

Dopo la sosta al rifugio si prosegue a sx seguendo le indicazioni per il Rifugio Alimonta – segnavia 323. Si sale subito abbastanza decisi. Il grandioso contesto ambientale mitiga di molto la fatica finale. Seguendo sempre il sentiero si giunge finalmente alla superlativa Conca degli Sfulmini. Il rifugio è situato su un breve risalto roccioso; uno straordinario terrazzo panoramico circondato da immense e slanciate guglie dolomitiche quali la Torre di Brenta, Gli Sfulmini, Torre Molveno, Cima Brenta, Cima Mandron, Punte di Campiglio. Davvero un colpo d’occhio imperdibile.

Si rientra per il percorso di salita.

Attrezzatura

scarponcini, utili bastoni telescopici

-

[Non è prevista una guida per questo percorso.]

Offerte nelle Vicinanze
arrow_upward