fbpx Ciaspolata al panoramico Corno di Tres
Ciaspolata al panoramico Corno di Tres

Ciaspolata al panoramico Corno di Tres

Foto da: Silvia Gentilini

Ciaspolata mediamente impegnativa che regala però grandi soddisfazioni: la vista a 360° dalla Cima del Corno di Tres e l'accoglienza del Rifugio Predaia! 

Ciaspolata sicura che si snoda principalmente su strade forestali per poi imboccare un sentiero nella parte finale. Poichè il Corno di Tres è una meta molto ambita, spesso la traccia è ben battuta. Il punto di partenza è presso il Rifugio Predaia Ai TodesCi raggiungibile in auto su strada cementata. In caso di neve o ghiaccio si può lasciare l'auto presso il comodo parcheggio al Passo Predaia e raggiungere a piedi il Rifugio Predaia in circa 20 minuti. 

  • signal_cellular_alt Difficoltà Media
  • straighten lunghezza 8.44 Km
  • schedule durata 4:00 h
  • arrow_drop_up dislivello 400 m
  • arrow_drop_down discesa 400 m
  • skip_next punto più alto 1808 m
  • skip_next punto più in basso 1404 m

Periodo consigliato:

gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic

Informazioni slla sicurezza:

In caso di inverni senza neve consigliamo l'utilizzo delle "catenelle" per affrontare eventuali tratti ghiacciati.

Come immaginerai, la percorribilità degli itinerari in un ambiente montano è strettamente legata alle condizioni contingenti e dipende quindi da fenomeni naturali, cambiamenti ambientali e condizioni meteo. Per questo motivo, le informazioni contenute in questa scheda potrebbero aver subito variazioni. Prima di partire, informati sullo stato del percorso contattando il gestore dei rifugi sul tuo percorso, le guide alpine, i centri visitatori dei parchi naturali e gli uffici turistici.

Partenza

Rifugio Predaia Ai Todes'ci

Coordinate

DD 46.315155 , 11.153328 DMS46° 18' 54.5580'' N 11° 9' 11.9808'' E

Arrivo

Rifugio Predaia Ai Todes'ci

Come arrivare

Da Coredo in Val di Non si sale al vicino paese di Smarano e da qui si sale ulteriormente seguendo le indicazioni per la località 7 Larici. Si prosegue ulteriormente fino al raggiungere il Passo Predaia con il suo ampio parcheggio utilizzato anche da chi utilizza i vicini impianti di risalita. 

Per raggiungere il Rifugio Predaia proseguire diritto e subito dopo il Rifugio Sores sulla sinistra imboccare la strada cementata che sale ripida al Rifugio Predaia.

Parcheggio

Presso il Rifugio Predaia oppure, nel caso di strada innevata e/o ghiacciata, al Passo Predaia.

Direzione da seguire

Dall’Altopiano della Predaia si parcheggia al Rifugio Predaia. Si prende la bella strada forestale, con segnavia n. 503, che si inoltra con pendenza moderata per un bosco fino alla radura della Malga Rodeza (1570 m).

Quindi si prosegue lungo il segnavia 503, detto anche Sentiero Italia, che fa un lungo traversone in direzione della Sella di Favogna. Dopo circa 2 km si giunge al bivio segnato da un cartello con indicazione per la cima. Si risale quindi in circa 20 minuti il costone boscoso con facili zig zag fino alla vetta. Grandioso il panorama a 360° che questa cima di modesta altitudine regala all’escursionista: la vista spazia dalle Dolomiti fassane a quelle di Brenta, dalle Maddalene ai Monti di Vigo.

Il ritorno avviene per lo stesso itinerario dell’andata.

In alternativa è possibile proseguire lungo la facile cresta in direzione nord-est su segnavia 500per chiudere il percorso ad anello con bei squarci di panorama a picco sulla Val D’Adige. Dopo aver oltrepassato il Corno del Cervo si raggiunge la sella alla base di Roccia Larga: Qui si scende a sinistra per poi imboccare il segnavia 526 che fa rientro a Malga Rodeza.

Attrezzatura

Ciaspole o catenelle e bastoncini.

-

[Non è prevista una guida per questo percorso.]

Offerte nelle Vicinanze
arrow_upward