fbpx SAT / E136 - Serrada - Forte Dosso delle Somme - Passo Coe
SAT / E136 - Serrada - Forte Dosso delle Somme - Passo Coe

SAT / E136 - Serrada - Forte Dosso delle Somme - Passo Coe

Foto da:

Percorso che dall'abitato di Serrada sale il dosso della Martinella e che, passando per il Forte Dosso delle Somme, testimone della Grande Guerra 1914-1918, percorre i crinali con punto di arrivo il crocicchio dei Camini, in prossiumità di Passo Coe. Offre ampi panorami sul massiccio del Pasubio e sull'alta Val di Terragnòlo.

I segnavia del sent. 136 iniziano dalla piazza dell'abitato di Serrada; si percorre la ripida stradina che attraversa la località "Schirni" e, oltrepassate le ultime case si raggiunge un crocefisso di legno. Si continua verso Est, ora su mulattiera, che per un lungo tratto viaggia in un comodo solco parallelo alla pista. A quota 1320 circa si piega a destra e, guadagnando quota nel bosco, si raggiunge la località Valletta, dove si incrocia l'ex strada militare che sale al Forte Dosso delle Somme.

Attraversata la strada si sale la costa opposta e, proseguendo in salita, si percorre una bella fascia di bosco e più in alto, si cammina a lato della pista da sci della Martinella. Da qui, puntando alla stazione di arrivo dell'omonima seggiovia (in funzione anche d'estate), si raggiunge il rifugio Baita Tonda. Abbandonata la sommità, si prosegue verso Sud-Est, ora su terreno aperto, si cala alla sella tra il Dosso della Martinella e il Dosso delle Somme. Raggiunto il punto più basso si riprende quota, ci si immette sulla strada che sale al Forte e, percorsi un breve tratto di sterrata, si raggiungono i ruderi della fortezza. Le vedute panoramiche sul massiccio del Pasubio e sulla corona di cime circostanti ripagano della fatica. Aggirati i ruderi del forte, si prosegue verso Est e, rimanendo sullo spartiacque si superano due dossi (sull'ultimo dei quali arriva una seggiovia che sale da Fondo Piccolo) oltre i quali, con una breve ripida discesa, si perviene a una sella denominata "Cargadóre". Ora si va a sinistra su stradina sterrata, si attraversa una pista da sci, quindi si lascia a destra un bivio per il Monte Maggio e, subito dopo, si transita davanti al "Monumento alla Fratellanza", una recente costruzione eretta nel 2010 in memoria dei folgaretani caduti nelle varie guerre. Da qui in breve, si è sulla Strada Folgarìa-Passo Coe-Veneto, in prossimità del "Bus de la Nef de le Cóe". Passo Coe si trova qualche centinaio di metri più a monte.

  • signal_cellular_alt Difficoltà Media
  • straighten lunghezza 5.96 Km
  • schedule durata 2:09 h
  • arrow_drop_up dislivello 420 m
  • arrow_drop_down discesa 74 m
  • skip_next punto più alto 1662 m
  • skip_next punto più in basso 1254 m

Periodo consigliato:

gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic

Informazioni slla sicurezza:

Come immaginerai, la percorribilità degli itinerari in un ambiente montano è strettamente legata alle condizioni contingenti e dipende quindi da fenomeni naturali, cambiamenti ambientali e condizioni meteo. Per questo motivo, le informazioni contenute in questa scheda potrebbero aver subito variazioni. Prima di partire, informati sullo stato del percorso contattando il gestore dei rifugi sul tuo percorso, le guide alpine, i centri visitatori dei parchi naturali e gli uffici turistici.

Partenza

Piazza di Serrada

Coordinate

DD 45.890616 , 11.15393 DMS45° 53' 26.2176'' N 11° 9' 14.1480'' E

Arrivo

Crocicchio dei Camini

Transito trasporto pubblico

Il centro di Serrada è servito dal servizio pubblico di Trentino Trasporti. Nei mesi di luglio e agosto collegamento turistico con Folgaria mediante navetta.

Parcheggio

Nei pressi della chiesa di Serrada ampio parcheggio libero.

-

[Non è prevista una guida per questo percorso.]

Offerte nelle Vicinanze
arrow_upward