fbpx Traversata del Brenta - il sentiero Palmieri (basso)
Traversata del Brenta - il sentiero Palmieri (basso)

Traversata del Brenta - il sentiero Palmieri (basso)

Foto da: ph. Oliver Astrologo

Dalla val Ambiez al rifugio Pedrotti, passando ai piedi della cima Tosa.

Nel cuore delle Dolomiti di Brenta, patrimonio naturale UNESCO, dalla selvaggia ed aspra val Ambiez alle imponenti guglie dolomitiche: un percorso forse poco conosciuto, ma di grande soddisfazione.

  • signal_cellular_alt Difficoltà Difficile
  • straighten lunghezza 6.45 Km
  • schedule durata 3:45 h
  • arrow_drop_up dislivello 574 m
  • arrow_drop_down discesa 509 m
  • skip_next punto più alto 2561 m
  • skip_next punto più in basso 2212 m

Periodo consigliato:

gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic

Informazioni slla sicurezza:

#prudenzainmontagna

 

1. Prima di partire, studia bene il percorso

Tieni nota dei sentieri corretti da prendere soprattutto in prossimità dei bivi, valuta eventuali punti di ristoro lungo il percorso dove fermarti per una pausa. Se puoi scarica il tracciato per consultarlo anche offline.

2. Rispetta l’ambiente scegli un percorso adatto alla tua preparazione

Quando fai un'escursione in montagna, ricorda di lasciare pulito il luogo che frequenti. Inoltre, prima di partire, tieni in considerazione la lunghezza, il dislivello ed eventuali difficoltà tecniche.

3. Scegli equipaggiamento e attrezzatura idonei

Se fai trekking, non possono mancare scarponcini tecnici, borraccia, giacca antipioggia, cibo, una pila frontale e un kit di pronto soccorso. Se fai ferrate o pratichi l’arrampicata, non dimenticare l’attrezzatura tecnica adatta.

 4. Consulta i bollettini metereologici

Soprattutto quelli locali, dove trovi info più specifiche. Questo consiglio è importante soprattutto se affronti una via ferrata: prima di partire assicurati che il tempo sia stabile.

5. Meglio partire in compagnia

Per contare sull’aiuto reciproco in caso di difficoltà. In montagna anche una semplice distorsione può diventare un problema se si è da soli.

6. Lascia a qualcuno informazioni sul tuo itinerario

Comunica ad amici, familiari o ai gestori dei rifugi quale itinerario intendi percorrere e l’orario stimato del tuo rientro. Queste informazioni possono risultare fondamentali in caso di emergenza.

7. Affidati a un professionista della montagna

Guide alpine, rifugisti o accompagnatori di media montagna sono ottime fonti per ottenere informazioni utili sulle condizioni ambientali dei percorsi di montagna.

8. Presta attenzione alla segnaletica lungo il percorso

Segui bene sia i cartelli con le indicazioni dei sentieri (numero e destinazione), sia le indicazioni che trovi lungo il percorso, i segnavia di colore bianco e rosso. Ricordati sempre di portare con te una mappa del percorso (cartacea o digitale).

9. Non esitare a tornare sui tuoi passi

Se affiora la stanchezza, se hai dubbi sul percorso o se il tempo volge al brutto, meglio tornare indietro lungo la strada già conosciuta, piuttosto che rischiare di proseguire.

10. In caso di incidente chiama il numero 112

Quando chiami, ricordati di fornire indicazioni sul luogo esatto dell’incidente, sull’attività svolta, sul numero di persone coinvolte e sulle loro condizioni, sulle condizioni meteo e sul recapito telefonico da cui chiami.

Partenza

Rifugio al Cacciatore - Val Ambiez

Coordinate

DD 46.142487 , 10.869764 DMS46° 8' 32.9532'' N 10° 52' 11.1504'' E

Arrivo

Rifugio Pedrotti

Transito trasporto pubblico

San Lorenzo in Banale, e Molveno, sono raggiungibili con le linee pubbliche di Trentino Trasporti (www.ttesercizio.it); per risalire, in jeep, la val Ambiez, si possono contattare i seguenti vettori: Giorgio Bosetti (http://www.taxijeepbosetti.com/) e Matteo Margonari (http://www.taximargonari.com/). 

Direzione da seguire

Il modo migliore per raggiungere il punto di partenza è con un mezzo fuoristrada in servizio dal paese di San Lorenzo in Banale; al rifugio Cacciatore, imbocchiamo la strada sterrata (325B) che, piuttosto ripida, risale verso il rifugio Agostini, passando nei pressi di Malga  Prato di sopra. Dopo circa un'ora di cammino, poco prima del rifugio Agostini, situato alla testata della val Ambiez, proseguiamo a destra sul sentiero 320 (Palmieri basso), verso la forcolotta di Noghera (1 ora). Poco prima di questo "passo" c'è qualche passaggio leggermente più complicato, ma niente di particolarmente rilevante; alla forcolotta di Noghera, il panorama si apre verso la Paganella e verso il Brenta centrale. Il sentiero prosegue in falsopiano, costeggiando il caratteristico avvallamento della Pozza Tramontana, prima di perdere quota e di costringerci poi a una breve, ma ripida risalita ai piedi di cima Brenta Bassa fino al rifugio Pedrotti (2 ore).

Attrezzatura

Scarpe da trekking o scarponi da montagna.

Zaino con acqua, maglia pesante e giacca antipioggia.

-

[Non è prevista una guida per questo percorso.]

Offerte nelle Vicinanze
arrow_upward