fbpx Anello da Coredo passando per il Santuario di San Romedio e Sanzeno
Anello da Coredo passando per il Santuario di San Romedio e Sanzeno

Anello da Coredo passando per il Santuario di San Romedio e Sanzeno

Foto da: Silvia Gentilini

Semplice itinerario dal carattere storico e culturale che consente di percorrere le tappe della storia della Valle di Non, dagli albori pagani ai giorni nostri, passando per l’affermazione cristiana e al suo intreccio con la vita della popolazione locale. Punto centrale di questo percorso è il suggestivo Santuario di San Romedio.

  • signal_cellular_alt Difficoltà Media
  • straighten lunghezza 10.26 Km
  • schedule durata 4:30 h
  • arrow_drop_up dislivello 565 m
  • arrow_drop_down discesa 565 m
  • skip_next punto più alto 892 m
  • skip_next punto più in basso 621 m

Periodo consigliato:

gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic

Informazioni slla sicurezza:

Come immaginerai, la percorribilità degli itinerari in un ambiente montano è strettamente legata alle condizioni contingenti e dipende quindi da fenomeni naturali, cambiamenti ambientali e condizioni meteo. Per questo motivo, le informazioni contenute in questa scheda potrebbero aver subito variazioni. Prima di partire, informati sullo stato del percorso contattando il gestore dei rifugi sul tuo percorso, le guide alpine, i centri visitatori dei parchi naturali e gli uffici turistici.

Partenza

Coredo

Coordinate

DD 46.350037 , 11.087972 DMS46° 21' 0.1332'' N 11° 5' 16.6992'' E

Arrivo

Coredo

Direzione da seguire

Difficoltà: E (sentiero escursionistico)

Il paese di Coredo, con i suoi palazzi antichi, è il punto di partenza e arrivo di questo bel giro.

Dal centro del paese si segue la strada principale che sale verso Smarano fino ad incontrare sulla sinistra il segnavia 537 “Viale dei sogni”. Si percorre il viale che si addentra nella pineta fino a giungere ai Laghi di Coredo. Da qui si continua per strada sterrata fino al capitello in località “el Palù” dove la strada comincia a scendere e seguendo sempre il segnavia 537 si raggiunge la località  Doss Canestrin. Poi, ancora per strada in discesa (segnavia 535), attraversando una suggestiva stretta valletta dove vi sono pareti di roccia attrezzate per l’arrampicata, si raggiunge dall’alto il suggestivo Santuario di S. Romedio, da sempre meta di pellegrinaggio per visitatori di tutto il mondo. Il Santuario, costruito e ampliato a più riprese, è arroccato su una roccia così che la scalinata interna che si addentra nella parte più vecchia della costruzione, sembra condurre verso il cielo.

Presso il Santuario è presente un bar e un area recintata dove vivono gli orsi. Dal Santuario si prende la strada asfaltata che porta nella forra verso Sanzeno e dopo circa 400 m si sale a destra per il suggestivo e panoramico sentiero scavato nella roccia che porta direttamente al Museo Retico di Sanzeno. Lungo il sentiero vi sono diverse pareti attrezzate per l’arrampicata.

Il Museo Retico è il centro per la storia della Val di Non dall'era glaciale fino alla tarda antichità e contiene i più importanti reperti archeologici ritrovati sul territorio. Dal museo si prende la strada che scende al centro del paese di Sanzeno dove si trova la Basilica dei SS.Martiri. 

Per rientrare si ritorna sulla strada statale e si scende per 400mt circa fino a quando sulla sinistra c’è una strada (segnavia 504) che, salendo attraverso i meleti, conduce ad una zona boscosa che si attraversa per giungere  in località Ciavasoz. Da qui in breve per strada asfaltata (segnavia 504) si arriva a Coredo.

Variante:quando la strada trattorabile (segnavia 504) diventa una mulattiera sulla destra parte un percorso, all’inizio strada trattorabile, poi sentiero,che permette di ammirare un enorme abete rosso, monumento vegetale della valle. Si esce su una strada sterrata, poi asfaltata, che in 20 min. porta a Coredo.

-

[Non è prevista una guida per questo percorso.]

Offerte nelle Vicinanze
arrow_upward